„Milioni di italiani dovranno cambiare tv o decoder, ma c’è il bonus: come funziona“

Entro il 2022 gli apparecchi televisivi funzioneranno con il nuovo sistema di trasmissione DVB T2 (digitale di seconda generazione) ed in vista della necessità di cambiare molti dei televisori oggi in uso nelle case degli italiani è già in vigore un bonus tv (valido anche per comprare solo un apposito decoder da collegare al vecchio televisore). Secondo le stime, gli italiani che dovranno cambiare televisore o decoder sono 9 su 10. Gli apparecchi in grado di funzionare col nuovo sistema digitale sono già in vendita dall’1 gennaio 2017.

Bonus tv e decoder: le informazioni

Il bonus scatterà soltanto a partire dal 2019 e potrà essere usato solo una volta, per l’acquisto di un decoder o per un televisore, ma non è escluso che nei prossimi mesi possano essere ampliati i fondi disponibili o la platea di quanti possono usufruire del bonus. Il bonus per ora è riservato a quanti sono esentati dal canone Rai, cioè alle famiglie che hanno un reddito fino a 8.000 euro all’anno. Il bonus varrà 25 euro e per erogarlo saranno stanziati 100 milioni, ripartiti in 25 milioni di euro all’anno dal 2019 al 2022.

„Tv e decoder comprati dopo l’1 gennaio 2017 non andranno cambiati e non servirà dunque alcun bonus, anche se si ha la possibilità di usufruirne, perché gli apparecchi prodotti dal 2016 sono già predisposti per il sistema digitale che verrà. Chi invece rientra tra i possibili fruitori del bonus e non ha ancora cambiato tv farà bene a rinviare all’anno prossimo l’acquisto, perché comprare quest’anno un nuovo apparecchio (televisore o decoder che sia) significa precludersi la possibilità di godere del contributo di 25 euro, che per il 2018 non è in vigore.“

Catapano Carmine Vincenzo

La Redazione

Written By
More from la redazione

MD Discount: assunzioni di diplomati in tutta Italia

  MD Discount è una società della grande distribuzione organizzata. E’ stata...
Read More