„Tragedia alla Fincantieri, Matteo muore a 19 anni schiacciato da un blocco di cemento“

Dramma alla Fincantieri di Monfalcone, in Friuli Venezia Giulia, dove questa mattina poco dopo le nove un operaio giovanissimo è morto in un incidente sul lavoro. Matteo Smoilis, questo il nome della vittima, è rimasto schiacciato da un blocco di cemento di circa 700 chili che non gli ha lasciato scampo.

Il ragazzo – scrive TriestePrima – è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Cattinara nell’estremo tentativo di salvargli la vita, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Secondo la Fiom Cgil il 19enne era impiegato “in una ditta di proprietà della famiglia che lavora in appalto nei cantieri del gruppo Fincantieri”.

La notizia sta suscitando sgomento tra chi conosceva il ragazzo, ma anche rabbia per l’ennesima tragedia che si consuma sul posto di lavoro. Una tragedia che questa volta ha spezzato la vita di un ragazzo di soli 19 anni.

Tragedia alla Fincantieri, sindacati annunciano proteste

Al momento non si conoscono le cause dell’incidente, avvenuto intorno alle 9.15 nel cantiere navale di Fincantieri, in provincia di Gorizia. Il sindacato Fiom-Cgil ha però già annunciato che in queste ore e nei prossimi giorni sono previsti scioperi e manifestazioni di solidarietà.

“È l’ennesimo incidente legato alla filiera degli appalti nei cantieri navali. Rendere il lavoro sicuro, fuori dal ricatto sui tempi, sui costi, sulla precarietà è la priorita’. È urgente aumentare i controlli e la formazione, pretendere la messa in campo di tutte le misure di sicurezza”. Per il sindacato è inoltre “necessario aprire una discussione ampia e una vertenza sul tema degli appalti all’interno del gruppo in merito alla gestione della sicurezza, perché episodi come questo devono finire”.

La Fiom esprime “piena vicinanza alla famiglia, mentre sono già in corso iniziative unitarie di sciopero che proseguiranno fino a domani, non solo a Monfalcone ma in tutti i cantieri del gruppo”.

Anche Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl, si è detta d’accordo con la Fiom per far sì che la strage delle morti sul lavoro cessi al più presto. “Siamo vicini alla sua famiglia ed appoggiamo la protesta dei sindacati per ottenere più sicurezza per tutti gli operai”, ha scritto Furla su Twitter esprimendo il cordoglio e la vicinanza della Cisl alla famiglia del giovane operaio di soli 19 anni di Fincantieri morto a Monfalcone.

“Dolore immenso, ci stringiamo al fianco della famiglia”

Per Carmelo Barbagallo, segretario generale Uil, “ciò che e’ accaduto a Monfalcone è agghiacciante: la vita di un lavoratore di 19 anni e’ stata stroncata da un ennesimo tragico incidente sul lavoro. È un dolore immenso e ora ci stringiamo, in silenzio, al fianco della sua famiglia. La strada maestra e’ e deve restare quella della prevenzione: l’unica che può porre un argine a questo dramma. C’e’ bisogno di più controlli, più formazione e maggiore determinazione nella rigida applicazione delle norme”.

Letizia Bonelli

La Redazione

Written By
More from la redazione

”Max Pezzali e Debora Pelamatti si sono sposati?”

Una notizia di cui si sta parlando di recente e molto spesso...
Read More