A scuola vaccinati?

foto presa dai social

Niente più obbligo vaccini per l’iscrizione alla scuola dell’infanzia per il prossimo anno scolastico 2018/19.

viene dunque cancellato ciò che la legge Lorenzin nell’articolo 3 dichiarava, e cioè l’obbligo dei vaccini per tutti i bambini con un’età compresa da 0 a 10 anni, e da cui dipendeva l’iscrizione nelle scuole.

Con l’approvazione dei due emendamenti presentati dal M5S, l’obbligo vaccini slitta all’A.S. 2019/2020.

Dunque, tutti i bambini che devono accedere alle scuole dell’infanzia, possono farlo tranquillamente, senza obblighi.

I senatori del PD non sono d’accordo con tale decisione, in quanto, abolendo l’obbligo vaccinale i rappresentanti del movimento 5 stelle e lega devono assumersi ogni tipo di responsabilità, in quanto ne va dell’immunità dei più piccoli, dei bambini, di coloro che sono più fragili, e togliendo tale obbligo possono mettere a rischio la saluti dei bambini, come è successo giorni fa a due neonate, non vaccinate, morte di pertosse.

Ad esprimersi su tale questione anche il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, il quale ha affermato che togliere l’obbligatorietà dei vaccini è rischioso.

Anche Claudio Cricell, ossia presidente della Società Italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg), manda un messaggio ai genitori, invitandoli a non aspettare che ci sia l’obbligo, ma a vaccinare a prescindere i propri figli, questo perchè:

 “I vaccini sono strumenti di prevenzione indispensabili e sicuri i e permettono di evitare gravi malattie, anche se talvolta i cittadini faticano a comprenderne l’utilità. La dimostrazione della loro efficacia fa parte delle evidenze scientifiche. I medici di famiglia si prendono cura della salute di tutti gli italiani ogni giorno e in ogni momento della loro vita, anche spiegando l’importanza delle vaccinazioni, che rappresentano risorse primarie della medicina e della sanità pubblica”.

Luca Filipponi
La Redazione

 

Written By
More from la redazione

Oggi al via con la classica terza prova scritta dell’esame di maturità. Ma dal 2019 cambiamenti in vista.

E’ la fine di un’epoca. Oggi per mezzo milione di studenti (mercoledì nelle scuole...
Read More