Lexus ES Hybrid 2019, via alle prevendite: ecco prezzi e allestimenti

In perfetto orario sulla “tabella di marcia” anticipata nelle scorse settimane, in occasione del via alla fase di debutto che coincideva con la realizzazione di un inedito spot pubblicitario nel quale la stesura del soggetto era stata affidata all’intelligenza artificiale per Lexus ES Hybrid 2019, settima generazione della “segmento E” da parte del  marchio luxury di Toyota che si appresta a celebrare i trent’anni dalla creazione (l’anniversario ricorrerà il prossimo anno), prende il via in queste ore la fase di prevendita per l’Italia. Con la novità della proposta esclusivamente a sistema di propulsione ibrido “Self Charging Hybrid”.Immagine correlata

Nel dettaglio, la nuova lineup Lexus ES Hybrid viene declinata in quattro varianti di allestimento, fra le quali si segnalano la declinazione “Business” – ideata per le esigenze delle aziende e degli operatori fleet management -, la configurazione “Executive” (destinata, secondo le previsioni dei vertici Lexus, a “Coprire più della metà delle vendite”), e gli allestimenti “F Sport” e “Luxury” alto di gamma.

prezzi di listino partono da 50.800 euro (allestimento “Business”), mentre per declinazione di metà gamma “Executive” il listino parte da 56.000 euro.

Lexus ES 2019: gli equipaggiamenti

In equipaggiamento-standard (riferito, quindi, alla configurazione “Business”), Lexus ES Hybrid 2019 presenta, di serie, cerchi in lega da 17” con pneumatici da 215/55 R 17, gruppi ottici anteriori a Led con impianto lavafari, fanaleria posteriore a Led, tetto apribile a comando elettrico, vernice carrozzeria antigraffio, regolazione e riscaldamento elettrico per gli specchi retrovisori esterni.

Come di consueto, la dotazione di bordo, piuttosto “ricca” già in allestimento-base prevede, nell’ordine, il sistema di ingresso a bordo “smart entry” ed avviamento con pulsante, climatizzatore automatico bi-zona “nano-e”, rivestimenti abitacolo in pelle Tahara, sedili anteriori riscaldati e regolabili elettricamente, sedile conducente con supporto lombare a due posizioni di regolazione elettrica, accenti in nero, presa da 12V, specchio retrovisore centrale a sistema antiabbagliamento elettrocromatico, illuminazione “ambient” a Led, strumentazione semi-digitale con display da 7”, dispositivo di ausilio alle fasi di manovra “Lexus Parking Assist”. Il modulo infotainment dispone di schermo da 8” per il controllo delle funzioni audio DAB (dieci altoparlanti), del navigatore “Lexus Navigation”, della connettività Bluetooth e del riconoscimento vocale integrato nel volante multifunzione.

Assistenza alla guida e sistemi di sicurezza

La dotazione di Lexus ES Hybrid in materia di moduli di sicurezza attiva e passiva ed ausilio alla guida è, al solito, “abbondante”: oltre ai sedili anteriori “attivi” con protezione dal colpo di frusta, sono presenti il cofano anteriore proattivo “Pop-up Hood” a sollevamento automatico, il modulo “Lexus Safety System+” (fari abbaglianti ad azionamento automatico, avviso di mantenimento carreggiata, riconoscimento segnaletica stradale con telecamera, sistema Pre-Crash Safety e Cruise Control adattivo), assistenza alle partenze in salita e gestione integrata dinamiche veicolo a controllo su sospensioni, sterzo, acceleratore, controllo elettronico della trazione e della stabilità, frenata rigenerativa a gestione elettronica e tre modalità di guida: Eco, Normal, Sport.

Salendo di gamma, la dotazione “superiore” comprende, di serie, la modalità di guida Sport+, un set di ammortizzatori adattivi AVS ad alte prestazioni, il modulo BMS+ (Rear Cross Traffic & Brake), cerchi da 18” con pneumatici da 235/45 R 18 e da 19” con pneumatici (anteriori) da 235/40 R 19, l’allestimento F Sport (griglia anteriore “a nido d’ape”, monogrammi dedicati, esclusivi rivestimenti per volante e pomello cambio, pedaliera in alluminio), chiave “credit card”, climatizzatore automatico tri-zona “nano-e”, inserti “Shimamoku/Bamboo” e inserti “Naguri”.

Lexus ES Hybrid: la scheda tecnica

Sviluppata sulla nuova piattaforma Global Architecture-K (GA-K) che fa ampio utilizzo di acciai ad elevata resistenza, la settima generazione ES prevede, relativamente all’assetto, una nuova geometria multilink alle sospensioni posteriori ed un nuovo sterzo con servocomando elettrico. Sotto il cofano, la propulsione viene affidata all’unità 2.5 (2.487 cc) quattro cilindri a ciclo Atkinson da 178 CV a 5.700 giri/min e 221 Nm di coppia massima disponibili fra 3.600 e 5.200 giri/min, abbinato ad un motore elettrico da 120 CV e 202 Nm. Su strada, la velocità massima (autolimitata) è di 180 km/h, lo scatto da 0 a 100 km/h richiede 8”9

Written By
More from la redazione

Focaccine di patate

Le focaccine di patate si realizzano pelando e grattugiando patate e cipolle per poi...
Read More