“La Musica è finita”: grande successo per la proiezione in anterpima del cortometraggio prodotto da An.Tra.Cine presso il cinema Metropolitan di Napoli

Grande successo per l’anteprima al cinema Metropolitan di Napoli, La musica è finita”, un cortometraggio indipendente prodotto da AN.TRA.CINE srl di Eduardo Angeloni produttore esecutivo Sarah Scognamiglio, tenutasi martedì sera 7 maggio. L’opera audiovisiva vanta la regia di Vincenzo Pirozzi. All’evento ha partecipato il cast al completo costituito da: Anna Capasso, Ivan Castiglione, Miriam Candurro, Stefania De Francesco, Simona Capozzi, Antonio D’Aquino e dai giovanissimi attori Giuseppe Pirozzi,  Sofia Piccirillo, Emanuele Nocerino con l’intera troupe composta dal direttore della fotografia Francesco Morra, lo scenografo Giovanni Sanniola, la costumista Melissa Piro, il truccatore Luciano Carino, il fotografo di scena Mario Occhiobuono. La storia, ambientata tra il rione Sanità ed il noto parco dei divertimenti partenopeo “Edenlandia”, narra la vicenda di due giovani che nel 1987 vivono in un ambiente povero e di forte degrado, per poi ritrovarsi dopo molti anni, nel 2019, con una posizione sociale ben diversa dalle proprie aspettative “Quando ad ottobre dello scorso anno”, ha detto Angeloni “ci è stata proposta la sceneggiatura di questo corto, abbiamo subito accettato di sposare il progetto, considerandolo molto valido in quanto propone uno spaccato delle contraddizioni tipiche della nostra città pervaso da una sana vena di romanticismo”. Con lui il regista Pirozzi si è così espresso: Noi registi e attori siamo uomini fortunati perchè facciamo un mestiere che amiamo. Il Corto è una metafora: così come una storia d’amore dura nel tempo, noi napoletani dobbiamo ricominciare a innamorarci di Napoli e di noi stessi, in un momento così drammatico per la nostra città dove una piccola innocente di nome Noemi, sta lottando da giorni tra la vita e la morte, vittima di una sparatoria tra faide in guerra in un quartiere del centro”. Ed ancora Anna Capasso: “Il mio personaggio all’interno de “La musica è finita” rappresenta una donna repressa, che lavora tutto il giorno in una fabbrica, sposata con un marito che fa da padre-padrone. E’una storia toccante, che mi ha molto emozionato. Questo è un momento molto positivo per me, sia per la mia carriera di attrice, che per quella di cantante; venerdì 10 maggio uscirà infatti il mio nuovo singolo “Come pioggia”, che anticipa il mio prossimo CD previsto ad ottobre”. Stefania De Francesco invece ha così riferito.” “Il mio personaggio è quello della vicina di casa interpretata da Anna Capasso; si tratta di una donna costretta a fare un mestiere che non accetta con il solo scopo di guadagnarsi da vivere per tenere con sé la figlia. Anche questa figura subirà nel corso dell’opera delle evoluzioni interessanti”. Accanto a loro Miriam Candurro ha ribadito: “Io interpreto il ruolo della bambina diventata grande insieme al mio partner Ivan Castiglione. L’incontro da adulti nel Parco di Edenlandia sarà uno dei punti chiave della storia”. Il protagonista maschile del corto Ivan Castiglione ha detto: “Napoli aveva bisogno di un cortometraggio del genere che può essere considerato un atto d’amore verso la nostra terra. E’la storia di un uomo che, ottenuto il successo professionale al nord Italia, non vuole più avere rapporti con le sue radici ma che poi ritornato per lavoro nella sua città, viene travolto nuovamente dal calore che Napoli e i napoletani solo sanno dare”. Molto toccanti anche le dichiarazioni dei tre piccoli attori, a partire da Giuseppe Pirozzi che ha così parlato: “Questo è stato il mio primo corto, anche se ho interpretato già diversi ruoli in alcuni film, tra cui va citata una piccola apparizione in “Benvenuti al Nord”. Quando mio padre, regista di questo cortometraggio Vincenzo Pirozzi, mi ha proposto di recitare, sono stato felice perché per la prima volta avremmo lavorato insieme. Mi sono molto divertito sul set, ho fatto nuove conoscenze, e sono sempre più sicuro che questa sarà la mia strada: da grande voglio fare l’attore!” E Sofia Piccirillo:” Anche se non è stata la mia prima esperienza da attrice, posso dire che durante le riprese di questo cortometraggio mi sono divertita tantissimo. So già che fare l’attrice sarà il mio futuro, mi piace intrepretare e immedesimarmi ogni volta in ruoli diversi, e proprio per questo sto anche studiando in una scuola di teatro”. Ed infine, Emanuele Nocerino: “Sono stato molto contento di far parte di questo cast, fare l’attore mi piace e mi diverte”. Il cortometraggio “La Musica è finita” è stato realizzato anche con il sostegno di Projeko srl con il brand “Caffè Kamo” la cui responsabile Marketing e Comunicazione Dottoressa Marizia Rubino, si è, a riguardo, così espressa: “Quando il regista Vincenzo Pirozzi ci ha illustrato il progetto, abbiamo subito deciso di sostenere l’opera, collocando il nostro prodotto come accessorio di scena all’interno della produzione. Siamo stati affascinati dalla storia d’amore e di riscatto sociale dei personaggi, ed anche attratti dall’ambientazione nel Rione Sanità, quartiere da cui oltre 50 anni fa è partita la nostra avventura imprenditoriale. Il marchio Kamo appare così in due momenti distinti, in una scena iniziale ambientata ai giorni nostri ed in un’altra scena collocata temporalmente nel 1978, anno a cui fa riferimento il flashback del protagonista, in cui la lattina Caffè Kamo appare in un’inedita veste vintage”. Ed ancora tra le aziende partner del cortometraggio, da evidenziare la storica Ditta Ristorante e Pizzeria “Da Pasqualino” al Borgo Loreto, la concessionaria Valkswagen Barbato srl, la Full Security srl, Pizzeria Oliva sas di Carla Cerbone, Edenlandia, Luxury Suite Duomo, e l’Azienda Dolce e Caffè di Salerno del maestro Aniello Esposito che ha curato il cocktail party che ha concluso felicemente la kermesse al “Metropolitan” a cui hanno partecipato centinaia di ospiti, esponenti del mondo dell’impresa e del professionismo campano.

 

 Press Office Maridì Vicedomini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Written By
More from la redazione

«Ora o mai più»: vi ricordate di loro? Sono pronti a tornare

Sono stati famosi. Le loro canzoni erano sulla bocca di tutti, il...
Read More