”L’evento EDIT Napoli apre al pubblico l’innovativa fiera di design”

EDIT Napoli:

da venerdì 7 a domenica 9 giugno apre al pubblico 

nel Complesso di San Domenico Maggiore 

l’innovativa fiera di design

(giovedì 6 giugno: press preview)

 EDIT Napoli www.editnapoli.com, l’innovativa fiera di design, debutta dal 7 al 9 giugno 2019(giovedì 6 giugno: press preview) all’interno del Complesso di San Domenico Maggiore, nel cuore della città partenopea. Con una ricca storia di artigianato e industria manifatturiera, Napoli è un vivace palcoscenico di forte richiamo internazionale e vanta una scena artistica fuori dal comune. 

 La fiera punta i riflettori sul design editoriale o design d’autore, etichetta che definisce una determinata categoria di produzione attorno alla quale ruotano designer, aziende e artigiani che coniugano una sofisticata ricerca espressiva a processi di produzione di alta qualità. Gli editori del design sono eccellenze creative che fondono idee e modalità contemporanee con i saperi antichi del fare. 

 Questo ramo del design contemporaneo, oggi in forte crescita, vede i designer non solo come figure legate all’industria, ma anche come attori indipendenti responsabili del progetto del quale curano tutto l’iter creativo: dal concept alla produzione, dal branding alla distribuzione.

Per la prima volta, una fiera di design esplora questa tendenza a 360°. 

 Domitilla Dardi ed Emilia Petruccelli, ideatrici del progetto, hanno selezionato più di 50 espositori – spaziando da nomi noti a talenti emergenti, e stimolando collaborazioni inedite tra produttori e designer. La fiera diventa quindi l’anello di congiunzione tra designer-produttori e potenziali partner: buyer, rivenditori, interior designer e architetti.

 In mostra una serie di creazioni concepite esclusivamente per EDIT Napoli da designer e produttori. Tra i tanti, saranno presenti la product e interior designer francese Constance GuissetNika Zupanc dall’eccentrica eleganza; l’artista italiano del vetro Simone Crestani e Andrea Anastasio con la sua ricerca poliedrica. A rappresentare il design olandese, Dirk Vander Kooij e Max Lipsey, celebri per la spontaneità e la genuinità delle loro creazioni. Fra gli artigiani e le aziende che contribuiranno al percorso espositivo, GHIDINI1961, un riferimento per la produzione in ottone; De Castelli, grande esperto nella lavorazione dei metalli; e Bitossi Ceramiche, che vanta una tradizione secolare nell’arte della ceramica.

 Fra le collaborazioni inedite tra designer e produttori si contano: Gum Design con Alfaterna Marmi, Daniele Della Porta con B Beds 1967, BCXSY con Laboratorio Morseletto, e Elisa Ossino con Nesite.

 EDIT Napoli consolida il legame con il territorio e il suo ricco patrimonio culturale grazie a un programma di Residenze. Le collezioni realizzate da Khaled El Mays, Reinaldo Sanguino e Faberhama insieme alle maestranze locali campane verranno presentate e commercializzate a livello internazionale sotto l’etichetta Made in EDIT. Si aggiunge al progetto, la collaborazione con PPPattern che vedrà l’artista napoletana Resli Tale creare un tavolo da ping pong – PPPingPong – per il cortile del Complesso. 

 Una commissione di esperti composta da Giulio Cappellini (it), art director di Cappellini; David Alhadeff (usa), fondatore di The Future Perfect; Esra Lemmens (uae) della The Esra Lemmens Agency; Alessandro Valenti (it) di ELLE Decor Italia e Francesco Tuccillo (it), imprenditore locale, premierà il miglior inedito. La scelta cadrà sulla collezione che meglio incarna i valori promossi da EDIT Napoli: design intelligente con un’attenzione particolare al processo, un profondo rispetto per il patrimonio culturale e un prezzo equilibrato. 

 Infine, due i progetti che arricchiranno il programma culturale dell’evento. Gli EDIT Talks, a cura del critico e curatore Marco Petroni, due format di tavole rotonde quotidiane, “O’ Cafè” e “Design Kitchen”, entrambe ispirate a Napoli e i suoi rituali – il caffè e la cucina – offrono l’occasione per parlare di design a tutto tondo. EDIT Table by Food Confidential, a cura di Nerina Di Nunzio, una piattaforma che grazie al potere creativo della cucina avvicina chef, pizzaioli, pasticcieri e imprenditori del mondo della ristorazione e dell’hotellerie, a designer, artigiani e aziende per farli interagire direttamente nella creazione di progetti unici e tailor made. 

   

EDIT Napoli

6 giugno 2019: press preview h 16.30 – 18.30 (RSVP press@editnapoli.com)

6 giugno 2019: opening privato h 18.30 – 20.30 (solo su invito)

7 – 9 giugno 2019: apertura al pubblico h 10.00 – 19.00

Complesso di San Domenico Maggiore

Vico San Domenico Maggiore 18, Napoli (Italia)

 Curatrice e director EDIT Napoli: Emilia Petruccelli

Curatrice EDIT Napoli: Domitilla Dardi

Partner Istituzionale: Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli
Media Partner: ELLE Decor Italia
Mobility Partner: mytaxi
Partner: Copihue Floral Studio, Food Confidential, Nodo2014, Palazzo Caracciolo, Pamono, PPPattern, Royal Continental, Scaturchio, SuperOtium

  CONTATTI

Website: www.editnapoli.com

Press Office EDIT Napoli: mint LIST (Giulia Milza, Maria Azzurra Rossi) press@editnapoli.com

Instagram: @edit.napoli

Facebook: @editnapolidesign

Written By
More from la redazione

”Live non è la D’Urso: tredicesima puntata”

Da quando Barbara D’Urso ha preso il ‘timone’ di Canale 5 non...
Read More